post-thumb-single
19 February
6

IL FASCINO DEI LAMPADARI

Alcuni ambienti prendono forma, acquistano qualità  nel momento in cui entra in gioco  il sistema delle luci;  
l’ atmosfera si  accende, l’ architettura,  i colori,  le forme, acquistano una nuova veste, lo spazio trasmette emozioni. Quello stesso spazio, senza il gioco sapiente della luce, diventerebbe piatto, anonimo, talvolta insignificante…

La luce artificiale, se correttamente utilizzata, assume un ruolo primario nella creazione di  ambienti  ed  angoli  particolarmente suggestivi.

Sono tanti  e diversi i sistemi di luce disponibili sul mercato, ognuno dei quali contribuisce  a creare  atmosfere differenti  negli ambienti. Quando scegliamo un apparecchio illuminante sarebbe opportuno valutare non solo il  valore estetico,  ma anche  il tipo di luce  e l’ effetto luminoso che produce nella la zona in cui viene installato.

Spesso le atmosfere migliori si ottengono  sommando  diverse sorgenti luminose: dalla luce diffusa generale di tipo tradizionale,   alla luce  concentrata degli apparecchi da incasso,  con fasci che valorizzano alcune zone, alle luce decorativa  che trasforma  gli ambienti  in spazi magici  e suggestivi.

E’ importante che in un progetto illuminotecnico, funzionalità e bellezza  si integrino; creare un ambiente luminoso significa saper coniugare l’ estetica del corpo illuminante con la qualità della luce, saper dosare i  contrasti di chiaro e scuro, di luce e  ombra, di luce calda  e fredda…

Tra le svariate tipologie di lampade che conosciamo,  da soffitto, da  sospensione,  da terra, appliques, lampade da tavolo e lampade da esterno, di cui parleremo nelle prossime pubblicazioni, oggi la nostra attenzione si è voluta concentrare sul lampadario.

Un elemento essenziale  che ci può regalare  una luce diffusa e che inserito correttamente nel giusto spazio diventa protagonista del nostro arredo.

E’ ideale per dare luce e creare atmosfera  in  ampi spazi, con soffitti alti ed ha grande potenzialità sul piano estetico, esprimendosi con forte personalità scenica.      

lampadario soggiorno

Il lampadario è un oggetto antichissimo. I primi lampadari funzionavano con olio, petrolio, grassi animali o  splendidamente arricchiti con candele.

Quando pensiamo ai lampadari, ci vengono  in mente i grandi saloni delle ville ottocentesche, la maestosità ed eleganza di cascate di cristallo illuminate e valorizzate dalla fiammella di numerose  candele. 

fonte

Nel corso del tempo e con la nascita dell’elettricità, quest’oggetto si è sempre più diffuso ed  evoluto, rimanendo comunque una vera e propria creazione  artistica. 

Oggi, chi desidera una luce a sospensione per la propria abitazione, può scegliere tra una vastissima gamma di opportunità: forma, dimensione, materiale e colore.
Nella selezione di immagini, abbiamo voluto evidenziare come diverse fonti  di illuminazione contribuiscano a  creare atmosfere differenti,  partendo  dai lampadari tradizionali con la loro  forte   valenza  estetica, per giungere a quelli a  led, in cui  l’ estetica  dell’elemento  illuminante diventa secondaria  e la luce, con la sua forte potenza  scenografica, diventa componente principale dell’ ambiente… 

taraxacum flos

“Taraxacum” Ditta Flos

Splendido lampadario “TARAXACUM” del catalogo Flos, a luce diretta e riflessa.  Si ispira al fiore del tarassaco, una sfera piumosa, fitta di stami trasparenti, uniti al centro, pronti a volare via al primo soffio di vento. Voluminoso ma dall’aspetto leggerissimo è costituito da  20 placche triangolari, di  alluminio cromato unite al centro per accogliere  60 sfere luminose. 

            

                                            fonte                                                                                          fonte    

lampadario cucina

Ideali per ambienti alti e  spaziosi, i grandi  lampadari  a forma di sfera o ovoidali, realizzati in cristallo o in filo d’alluminio anodizzato ed intrecciato, completano arredi moderni e sono adatti a locali quali soggiorni e cucine.   

lampadari zona giorno

fil de fer ovale

 “Fil de fer” ovale di Catellani & smith

Sono spesso correttamente proposti  anche per illuminare e dare valore alla nostra zona  pranzo; posizionata  in centro alla tavola, la luce a sospensione crea  la giusta atmosfera durante uno dei momenti più importanti  della nostra  giornata conviviale in  casa . 

lampadari tavolo

Leggerissima e di forma meno impattante la particolarissima lampada “BOLLA” della ditta Fontana Arte; ricorda le bolle di sapone, di forma irregolare,  con diffusore in vetro soffiato  trasparente .

                      

                                                                                                         fonte

Una soluzione economica ed adatta a diversi ambienti  della casa sono  gli allegri lampadari “ GLOBO” della Ditta Kartell,  dal design basic sono composti da un grande paralume in metacrilato trasparente, e disponibili  in tinte diverse. 

 fonte

lampadari pranzo

Originale, luminosissimo  e leggero anche il lampadario SPORE disegnato da  Massimo Iosa Ghini per MuranoDue

spore murano due

fonte

Una figura trasparente e irregolare  realizzata in vetro che contiene e diffonde uniformemente il fascio puntuale dei LED, che rappresentano una tra le più affascinanti fonti di luce moderna.  

Eccezionali le fibre ottiche che consentono soluzioni di illuminazione  versatili e sicure, che come sculture, prendono forme diverse per essere collocate in qualunque ambiente della nostra casa.
Grazie alla flessibilità dei fasci a fibre ottiche, è possibile infatti  realizzare sistemi di illuminazione con percorsi anche molto elaborati.

fonte

Ed ecco un altro particolare esempio di lampadario ad illuminazione LED e fibre ottiche di  Design cinese by Schermata. 

fonte

La forma  creata dalla fibra ottica  con i fili luminosi, riempie lo spazio con sinuosità e leggerezza.

Diverso è l’esempio successivo, per non trascurare i gusti di nessuno.  

fonte

lampadario Tord-Boontje

Blossom è un delicato lampadario composto da rami fioriti intrecciati,  ispirati all’interpretazione della natura di Tord Boontje e ornati dai cristalli Swarovski.

pillole green  
Dal più avanzato sistema di illuminazione mediante fibre ottiche, che sappiamo vantaggiose in quanto ci permettono di proiettare una luce fredda, pura, priva di corrente e soprattutto creativa, vogliamo concludere ora presentandovi invece un prodotto “green” della collezione  MOSSdesign® in cui il muschio è il vero protagonista.  

 

 

Un paralume interamente rivestito in MOSS (muschio naturale per complementi d’arredo indoor senza manutenzione) a  luce fredda, con due tipologie di forme geometriche, tali da poter essere inserite in qualsiasi ambientazione.

 MOSSlamp

fonte

Se volete  valorizzare gli ambienti della vostra casa con un lampadario ed avete qualunque dubbio, scriveteci, sarà un piacere potervi dare il nostro consiglio. 

 

 

Arch in Donne

About the Author

Bloggers per passione

0 comments

  • Mirella
    4 anni ago

    Complimenti!

    Reply
  • federica
    4 anni ago

    avete avuto un'idea davvero meravigliosa! ho trovato tanti spunti interessanti e il sito è davvero ben strutturato!

    Reply
  • Arch in Donne
    4 anni ago

    Grazie Federica siamo contente che ti sia piaciuto il nostro blog. Per qualunque consiglio o approfondimento noi siamo sempre disponibili.

    Reply
  • ANNA
    4 anni ago

    L’architettura, diceva Le Corbusier, è il gioco sapiente, rigoroso e magnifico, dei volumi assemblati nella luce. Nel vostro lavoro, la “luce” è la gradevole fusione tra lo sviluppo ecosostenibile, di una relazione rispettosa tra ambiente e l’arte delle forme … per goderne la bellezza in casa e fuori. Auguri e complimenti.

    Anna

    Reply
    • Archi in Donne
      4 anni ago

      La luce e l'architettura sono indispensabilmente legate tra loro, l'una all'altra. Attraverso il contrasto tra luci ed ombre è possibile percepire la terza dimensione "la profondità". I giochi chiaroscurali esaltano i volumi e la qualità delle superfici mediante riflessi che le rendono smaglianti o vibranti. Questo avviene per effetto sia della luce naturale diurna che artificiale... Abbiamo solo iniziato ad accostarci al tema della "luce" e lo approfondiremo nei futuri articoli. Grazie Anna per le tue riflessioni e per i complimenti.
      Arch in Donne

      Reply
  • Andrea
    5 mesi ago

    Salve desideravo sapere il nome della marca e possibilmente modello del primo lampadario in foto (bianco fatto di vari braccia e con dietro la libreria).
    Grazie mille!

    Reply

Leave a Reply

Rules of the Blog

Do not post violating content, tags like bold, italic and underline are allowed that means HTML can be used while commenting. Lorem ipsum dolor sit amet conceur half the time you know i know what.