post-thumb-single
24 October
0

ARCHITETTURA E NATURA: PROGETTO BENESSERE

 La presa di coscienza nei confronti dei problemi ambientali con il protocollo di Kyoto  e gli obiettivi fissati per il miglioramento del pianeta,  hanno contribuito molto allo sviluppo del dialogo tra architettura e natura. L’uomo ha bisogno della natura, di vedere il paesaggio e di godere del benessere dato dagli elementi naturali. 

Protagonista quindi di una nuova filosofia  Green, l’elemento naturale diventa imprescindibile nella progettazione: il verde non è solo elemento decorativo e di occultamento del cemento, ma diventa materiale di costruzione “sostenibile”, in grado non solo di migliorare la qualità dell’ambiente ma di caratterizzare il linguaggio architettonico… 

“Rinaturalizzare”  l’ambiente costruito significa migliorare la qualità di vita di chi lo abita, significa creare benessere.

Questa filosofia progettuale “verde” si è sviluppata in molti ambiti: dall’ ambito urbano, dove il verde riqualifica gli spazi pubblici,  all’ambito architettonico nella progettazione di opere pubbliche e private, all’esterno ma anche all’interno degli edifici.

Pareti verdi  trasformano le facciate degli edifici in giardini verticali, aree piantumate trovano spazio all’interno di aeroporti e di musei, così come negli  spazi pubblici sorgono oasi di benessere verde e  i tetti  diventano  orti urbani.

Tanti sono gli esempi di simbiosi tra architettura e natura… 

 71275584487a10693138542beff3ff66-horz

acaf6c1895aa966d25f9315b4d2efa16-horz

b2bef1e915d5e66a9c91970817b793c7-horz

I giardini verticali del botanico francese Patrick Blank, sono un esempio eclatante  della crescente necessità di dare spazi verdi alle città. Pioniere nella progettazione di pareti verdi, nell’ultimo suo progetto, l’Oasis di Aboukir a Parigi,  utilizza 7600 piante e 237 specie differenti.  Il risultato è una parete verticale che parla di arte ( il disegno in diagonale della vegetazione sulla facciata ricorda le venature delle foglie) e di tecnologia (assorbimento dell’eccesso di acqua piovana, produzione di ossigeno contro l’inquinamento atmosferico e potere fonoisolante ). 

oasisdaboukiraug2013-horz

 All’esterno come all’interno degli edifici. Sempre di Patrick Blanc  questa installazione ” Orchid Waltz”  all’interno del Teatro Nazionale di Taipei. 

3-4-201011-32-30747

 Ed ancora l’ingegno di Patrick Blanc trasforma il blocco di cemento del ponte Max Juvenal ad Aix en Provence in Francia  in una scenografia verde. 

522361_10150912348699381_1855620817_n (1)-horz

Cercare di far lavorare in simbiosi architettura e natura: questa la finalità del progetto CAEaCLAVELES Residence ed Hotel,  vincitore dell’ Asturias Award for Architecture nel 2012. Il progetto degli architetti  Longo e Roldàn nasce dall’idea di far dialogare l’architettura con le caratteristiche del paesaggio naturale, l’edificio scompare e riappare come perfettamente integrato.

 edificio-nascosto-vegetazione-a

Esempi importanti sono documentabili anche a livello privato, come nel caso dell’edificio di una multi nazionale nel centro finanziario di Tokyo. L’architetto Yoshimi Kono, non solo ha rivestito il palazzo con un muro vegetale ma, ha destinato il 20% della superficie degli uffici in orto urbano. I dipendenti contribuiscono al mantenimento di  più di 200 specie tra frutta e vegetali che vengono servite poi all’interno del ristorante aziendale. 

CANON DIGITAL CAMERA

 16-urban-farm

22-urban-farm

 “Bosco Verticale”, a Milano,  progetto dell architetto Stefano Boeri, si inserisce nella politica di riforestazione e rinaturalizzazione delle città attraverso la piantumazione di oltre  700 alberi che contribuiranno  a ridurre i livelli di polveri sottili e a permettere un risparmio del 30% dei consumi energetici dell’edificio.  

05-Bosco-verticale-horz

Xeroflora veste di verde il tetto dell’Empire state Building: E’ infatti stata completata la  ristrutturazione e l’edificio, che rappresenta l’America industrializzata, ha trasformato il suo tetto in un’ area dove far crescere l’erba. Il tetto trasformato in un prato verde con specie adatte al clima locale, funziona come filtro per l’acqua piovana, per le polveri sottili e per gli agenti inquinanti…

 apr-XerFlorAmerica-image06-092613

Rigenerazione dei contesti urbani, riqualificazione edilizia con metodologie “verdi”, sono temi centrali nella nuova progettazione adottati pienamente anche nel progetto del Biopark di Parigi dello studioValode & Pistre

Il centro di ricerca biotecnologica, si trova sulle rive della Senna nel XIII Arrondissement di Parigi : il progetto è consistito nel migliorare l’integrazione dell’edificio con il contesto urbano nel quale si inserisce, attraverso un maglia metallica che dal tetto scende fino a terra. Il rivestimento vegetale trasformerà tutta l’area in una cascata verde all’interno di un contesto altamente urbanizzato migliorandone la qualità ambientale.

  847a4934

6 (1)-horz

Il dialogo con la natura continua nel prossimo post di Archindonne all’interno degli spazi abitativi … Il design naturale ci condurrà in un viaggio all’insegna del benessere Green..

 

 

 

 

lucia Antonelli

About the Author

blogger per passione

0 comments

There are no comments in this article, be the first to comment!

Leave a Reply

Rules of the Blog

Do not post violating content, tags like bold, italic and underline are allowed that means HTML can be used while commenting. Lorem ipsum dolor sit amet conceur half the time you know i know what.